MATTONI

Un classico sempre in voga.

I mattoni in cotto sono stati utilizzati da millenni per la costruzione di ogni genere di edificio, dai più modesti alle grandi opere dei Romani. Per la loro produzione vengono utilizzate diverse tipologie di argilla ricche di silicio, che a seconda della proporzione di minerali contenuti dona al manufatto una più o meno marcata tonalità di rosso, a seconda della percentuale di ossidi di ferro presenti.

La sua versatilità ha permesso all'uomo di utilizzare il mattone in cotto come elemento modulare dotato di ottime caratteristiche di isolamento termiche ed acustiche di tipo naturale. Ad oggi questo tipo di materiale è ancora molto apprezzato, sia per fini estetici che funzionali e trova grande applicazione per edifici di pregio, sia ad uso interno che esterno.

Tutti i prodotti di Recupero e Arte provengono da antiche residenze, casali, ville e cascine. Dopo essere stati selezionati, essi vengono catalogati e disposti in contenitori e pallet secondo dimensione, tipologia del materiale e colore, così da essere pronti per essere utilizzati dal cliente per ogni tipo di costruzione.

Error : You must not have any spaces in your Teleport Key
[sidebarc2]

Argomenti Correlati

Stacks Image 230

I mattoni in cotto sono stati utilizzati da millenni per la costruzione di ogni genere di edificio, dai più modesti alle grandi opere dei Romani, del rinascimento, fino ai giorni nostri.

Stacks Image 230

Già i romani erano soliti utilizzare manufatti in cotto per la copertura delle loro costruzioni, risale infatti a due millenni fà la produzione dei primi coppi dalla forma che conosciamo acora oggi.

Stacks Image 230

Come per i coppi, le tavelle hanno avuto notevola importanza nella storia delle costruzioni. Realizzate con la stessa tecnologia e procedimento per secoli mediante l'utilizzo di argille naturali.

Stacks Image 230

Si potrebbe parlare per ore delle proprietà costruttive della pietra e di quanto essa sia stata importante nella costruzione delle grandi opere come palazzi o monumenti dell'antichità.